Corrispondenza

Scrivendo una lettera a …

Progetto “Corrispondenza” della rete internazionale di ricerca-intervento “Giovani, disuguaglianze sociali e periferie” in connessione con le associazioni del programma Solidarietà Laïque – Jeunes des Deux Rives

Questa proposta si inscrive nella dinamica dell’intervento di ricerca “Dalla rabbia alla democrazia” condotta e guidata dalla rete “Giovani, disuguaglianze sociali e periferie” dal 2015

Dal 2015 la rete “Giovani, disuguaglianze sociali e periferie” sviluppa ricerche di intervento sul tema “Dalla rabbia alla democrazia” con riferimento al libro “L’adolescenza e l’ideale democratico. Accogliere i giovani dei quartieri popolari” Ph. Gutton, J. Bordet 2014. Questa rete di ricerca-intervento creata da J. Bordet nell’ambito del Centre Scientifique et Technique du Bâtiment di Parigi

dal 2012 riunisce ricercatori, educatori e artisti di nove paesi (Brasile, Francia, Israele, Palestina, Russia, Ucraina, Senegal, Portogallo, Italia). Il suo obiettivo è definire le questioni collettive per i giovani, ascoltare i giovani e accoglierli nella loro unicità.

Nell’ambito di questo lavoro internazionale, abbiamo tenuto seminari in cui abbiamo accolto più di 120 giovani provenienti da tutti questi paesi. Questi seminari ci hanno permesso di mettere in pratica i nostri pensieri e di creare pedagogie appropriate. Da questo punto di vista, un asse di sperimentazione è quello di trasformare i rapporti caratterizzati da violenze, sensazione di svalutazione e umiliazione attraverso il movimento e l’arte. Serge Nail, autore di questo progetto di corrispondenza, è particolarmente coinvolto nel sostenere questo approccio.

Così nella continuità di questo asse “Arte, movimento, trasformazione” si tratta, attraverso lo scambio interculturale e strumenti come la scrittura, la lettura ad alta voce, la registrazione di video, di mettere in moto e circolazione le esperienze, per creare la possibilità di prendere le distanze e possibilmente trasformare in seguito,dopo la fine di questa pandemia,questo materiale in una forma “artistica” che consenta di passare da un’espressione individuale a un momento collettivo da condividere.

Per il giovane oltre il risultato, è il processo di scrittura che è importante in questo momento di ascolto di sé, di presa di distanze da ciò che viene vissuto, di muoversi verso l’altro .

Al momento della lettura ad alta voce e della registrazione video, si tratta in effetti di una messa in moto dalla parola scritta alla voce che viene riprodotta, che viene donata all’altro che viene scelto e in generale  agli altri, per essere ascoltata. Si tratta di differenziare bene i tempi.

Un’iniziativa internazionale con giovani di dodici paesi durante la pandemia di COVID 19 (da maggio a luglio 2020)

Nella situazione senza precedenti di questa pandemia di COVID 19 e della quarantena di buona parte del pianeta, la proposta presentata su questo sito è la seguente: raccogliere, per iscritto, la testimonianza di un certo numero di giovani dei quartieri popolari di diversi paesi (rete internazionale e Jeunesse des deux rives), farli circolare sotto forma di lettura ad alta voce sulla

piattaforma condivisa e fare memoria di questo momento speciale vissuto da tutti.

Ogni giovane deve scrivere una lettera a qualcuno/a  in un paese diverso dal proprio.

Il tempo di questa lettera è  il presente, l’oggi,  in questo particolare momento di pandemia, si tratta di condividere qualcosa di questa esperienza, ma il contenuto è completamente aperto. Alla fine di questa prima lettera,  sarà possibile per i giovani avviare le corrispondenze tra loro.

In questo spazio condiviso, troverete settantasette lettere lette da giovani in un video di dodici paesi: Marocco, Tunisia, Francia (Dieppe, Figeac, Roubaix), Francia-Mayotte, Italia, Portogallo, Israele, Senegal, Brasile, Ucraina, Russia. Ogni giovane legge la sua lettera e viene filmato in video; questi video sono presentati con la loro traduzione in francese e nella lingua del destinatario della lettera, se quest’ultimo non parla francese. È quindi possibile visualizzare questi video durante la lettura delle traduzioni che li accompagnano.

Questo materiale alla fine della pandemia può essere ripreso e trasformato in una lettura musicale – un’esibizione da inventare all’interno di un collettivo o / e essere oggetto di una pubblicazione.

Lista referenti per paese :

France-Mayotte : Ceméa Mayotte

France (Roubaix, Figeac, Dieppe) : Centre social Alma (Roubaix), Association jeunes (Figeac), FoyerDuquesne (Dieppe)

Russie : Cemea Tcheliabinsk

Sénégal : Cemea Sénégal

Italie : Cemea del Mezzogiorno Roma

Israël : Beit Ham

Brésil : les Chahadas

Ukraine : le Palais à Rivné

Portugal : Kasapt

Maroc : Jeunes entre les deux rives- migrations développement

Tunisie : Jeunes entre les deux rives – Solidarité Laïque Tunisie

STORIES that are part of this project


Discover new persons!