L’euro – un salto nel futuro
Lingua
 Italiano
Questa storia è disponibile anche nelle seguenti lingue:  Inglese
Riassunto
Eventi come l'arrivo dell'euro hanno portato speranza. Chi ora ricorda il primo giorno in cui la nuova moneta prese il posto della vecchia nelle nostre tasche e nelle nostre borse?
Un frammento della storia

Dall’epoca dei tuoi nonni e dell’escudo ($), all’epoca delle loro nipoti e dell’Euro nel futuro – ossia, dall’epoca di 12 valute – marco tedesco, scellino austriaco, franco belga, peseta spagnola, marco finlandese, franco francese, dracma greca, fiorino/guilder olandese, sterlina irlandese, lira italiana, franco lussemburghese, e scudo portoghese – alla moneta unica (€). Un salto nel futuro. Te ne sarai accorto, prima dell’euro era un casino. Non appena si passava la frontiera bisognava passare a un’altra moneta. E la confusione era tale che, ad esempio, in un viaggio che abbiamo fatto in Austria abbiamo dovuto portarci appresso pesete, franchi, franchi svizzeri, marchi tedeschi, lire e scellini, perché dovevamo attraversare Svizzera, Germania e Italia per arrivare finalmente in Austria. Ogni tipo diverso di valuta veniva tenuta separata in buste, e nell’esatta quantità necessaria per l’alloggio in ciascun paese. Tutto era stato preparato prima di lasciare Lisbona, ovviamente. La cosa buffa era che, quando stavamo per lasciare un paese, ci affrettavamo a spendere tutto il denaro rimasto di quel tipo, visto che probabilmente non saremmo tornati in quel paese e a casa quei soldi sarebbero diventati inutili. Certo, saremmo potuto andare da un cambiavalute, ma ne avremmo perso una parte in commissioni. Questo è il motivo per cui conservavamo sempre il denaro rimasto, sperando che un giorno avremmo potuto usarlo in altri viaggi, e abbiamo fatto così molte volte. Una volta, quando i tuoi nonni andarono a 3 Lourdes, Francia, tuo nonno era rimasto a corto di contanti. Si ricordò dei soldi che aveva risparmiato in tutti quei paesi e li cambiò in franchi. Avresti dovuto vedere l’impiegato del cambiavalute! Gli ci volle più di un’ora per convertire tutti quei soldi in franchi – soldi che tornarono davvero utili. 

Leggi la storia
Paesi
Perché questa storia è importante
Associare l'Europa a quella che oggi è la sua moneta - l'euro - può sembrare piuttosto banale. Ma oggi il corso della storia corre a perdifiato, e tutto viene presto dimenticato: cose accadute meno di dieci anni fa sembrano ormai lontane anni luce. Eventi come l'arrivo dell'euro, ad esempio, che ha portato con sé paura e sgomento, oltre che speranza. Chi ora ricorda il primo giorno in cui la nuova moneta prese il posto della vecchia nelle nostre tasche e nelle nostre borse? È importante ricordarci l'importanza del ricordare.
Come è stata creata questa storia
Questa storia fa parte delle storie selezionate come vincitrici per "Raccontare l'Europa!" Premio, realizzato nell'ambito del progetto "Memorie Europee", Grundtvig Multilateral Project - 2008 - 344 / 001-001, ideato da UNIEDA-Unione Italiana per l'Educazione degli Adulti (coordinatore), ADN - Fondazione Diaristico Nazionale-Onlus, Centro Europeo di Informazione (BG ), Danish School of Education, University of Arhus (DK), Community Development Foundation (ES), SL- sozial.label eV (DE), VIDA - Association for Intergenerational Enhancement and Active Development (PT).
È una narrazione autobiografica.
Allegati

Licenza

Il presente lavoro può essere usato sotto la licenza di Creative Commons – Licenza non commerciale – Lavori non Derivati, così come applicata nei diversi paesi in cui viene riconosciuta (per ulteriori informazioni controlla il sito https://creativecommons.org/worldwide, che include le licenze per differenti paesi; se il tuo paese non è indicato, fai riferimento alla licenza inglese).
Questa licenza include le seguenti possibilità:
  • Riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, proiettare in pubblico, rappresentare, portare avanti e recitare il lavoro.
La licenza si applica con le seguenti condizioni:
  • Attribuzione: chiunque utilizzi il lavoro deve indicare la sua origine nei modi descritti dall’autore o dalla persona che ha rilasciato il lavoro con la licenza;
  • Non Commerciale: il lavoro non può essere usato per scopi commerciali;
  • Non derivato: il lavoro non può essere modificato o trasformato né può essere utilizzato per la creazione di altri lavori.
La traduzione in altre lingue è consentita. Chiediamo solo di inviare la copia tradotta a: storyap.archive@gmail.com
Grazie per la partecipazione!


https://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/