La prima scuola Caterina Cittadini a Roma
Reporter di quartiere
Lingua
 Italiano
Riassunto
La scuola Caterina Cittadini nasce a Bergamo per la prima volta nel 1832 grazie alle due donne e sorelle Caterina e Giuditta, però dopo un secolo circa, quando entrambe morirono, la portarono fino a Roma, una città storica e piena di monumenti.
Leggi la storia
Paesi
Città
Rome
Perché questa storia è importante
Le storie raccontare dai ragazzi servono a comprendere meglio i fatti accaduti dagli anni Trenta ai giorni nostri nel quartiere popolare di Val Melaina - Tufello a Roma. Vi sono storie di eroismo, coraggio e cittadinanza attiva che vanno preservate dall'incedere del tempo, perché trasmettono valori come l'impegno civile, l'amore per la pace, l'istruzione, il desiderio di vivere in modo giusto e dignitoso.
Come è stata creata questa storia
Il progetto “Reporter di quartiere” ha portato gli studenti a realizzare un proprio racconto “fotogiornalistico” legato alla storia del quartiere (Val Melaina, Tufello e dintorni). Gli strumenti impiegati sono stati la fotografa e il racconto in stile reportage, mezzi espressivi sempre più utilizzati nella comunicazione di oggi. L’attività in aula e quella “sul campo” hano permesso agli studenti di approfondire la storia del quartiere.

Modalità di realizzazione
“Per cominciare, offriamogli il mondo”. È proprio seguendo questo input luminoso di Maria Montessori che abbiamo proposto incontri di uscite nel quartiere e laboratori nel gruppo classe per editare poi cosa “nel mondo” è stato scoperto.
Le storie raccontare dai ragazzi servono a comprendere meglio i fatti accaduti dagli anni Trenta ai giorni nostri nel quartiere popolare di Val Melaina - Tufello a Roma. Vi sono storie di eroismo, coraggio e cittadinanza attiva che vanno preservate dall'incedere del tempo, perché trasmettono valori come l'impegno civile, l'amore per la pace, l'istruzione, il desiderio di vivere in modo giusto e dignitoso.
Questa storia fa parte di questi specifici progetti

Licenza

Il presente lavoro può essere usato sotto la licenza di Creative Commons – Licenza non commerciale – Lavori non Derivati, così come applicata nei diversi paesi in cui viene riconosciuta (per ulteriori informazioni controlla il sito https://creativecommons.org/worldwide, che include le licenze per differenti paesi; se il tuo paese non è indicato, fai riferimento alla licenza inglese).
Questa licenza include le seguenti possibilità:
  • Riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, proiettare in pubblico, rappresentare, portare avanti e recitare il lavoro.
La licenza si applica con le seguenti condizioni:
  • Attribuzione: chiunque utilizzi il lavoro deve indicare la sua origine nei modi descritti dall’autore o dalla persona che ha rilasciato il lavoro con la licenza;
  • Non Commerciale: il lavoro non può essere usato per scopi commerciali;
  • Non derivato: il lavoro non può essere modificato o trasformato né può essere utilizzato per la creazione di altri lavori.
La traduzione in altre lingue è consentita. Chiediamo solo di inviare la copia tradotta a: storyap.archive@gmail.com
Grazie per la partecipazione!


https://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/