1991 – Cose successe che mai avrei creduto possibili
Language
 Italian
This story is also available in the following languages:  English
Summary
La caduta del muro del 9 novembre 1989 ha cambiato la vita di molte persone a est e ovest. I cambiamenti sociali e politici nel blocco orientale e il crollo della RDT hanno avviato il processo di riunificazione dei due stati tedeschi. Questo processo storicamente unico si è rivelato estremamente complesso e c'è ancora qualcosa che separa la Germania orientale e occidentale fino ai giorni nostri.
A short fragment of the story

Un anno come gli altri? No, per gli anni la continuità non esiste. Né economicamente, né meteorologicamente, né politicamente. Gli anni rispecchiano piuttosto i su e giù di un mercato azionario. E alcuni richiamano anche il percorso di una vita vicina al suo termine: per me, il 1991 fu davvero un anno con un trend in discesa. Dopo la ratificazione del cosiddetto Trattato di Riunificazione da parte dei capo-negoziatori della RFT e della RDT, Wolfgang Schäuble e Günther Krause, la RDT venne cancellata dai libri di storia e relegata come nota a pie’ di pagina. Per quarant’anni era stata la mia vita e la mia identità, era stata la mia via per uscire da un piccolo villaggio nel Brandeburgo e arrivare nella capitale del Paese e alle vette della scienza. Era stata anche la via per la mia felicità personale.

Read the story
Countries
Why this story is important
Il contributo di Margrit Pawloff fornisce un resoconto della sua storia personale, la storia di una professoressa che ha perso il lavoro a causa di queste misure di riorganizzazione. Descrivendo aspetti forse meno noti del processo di riunificazione della Germania, la sua storia pone una domanda di natura più generale: esiste un conflitto tra l'inclinazione dell'Europa verso le politiche di libero mercato e le esigenze e i sentimenti della sua gente?
How this story was created
Questa storia è stata creata nell'ambito del progetto europeo European Memories. È una narrazione autobiografica.
References
Questa storia fa parte delle storie selezionate come vincitrici per "Raccontare l'Europa!" Premio, realizzato nell'ambito del progetto "Memorie Europee", Grundtvig Multilateral Project - 2008 - 344 / 001-001, ideato da UNIEDA-Unione Italiana per l'Educazione degli Adulti (coordinatore), ADN - Fondazione Diaristico Nazionale-Onlus, Centro Europeo di Informazione (BG ), Danish School of Education, University of Arhus (DK), Community Development Foundation (ES), SL- sozial.label eV (DE), VIDA - Association for Intergenerational Enhancement and Active Development (PT).
È una narrazione autobiografica.
Attachments

Policy

This work can be used under the Creative Commons Licence - Non-commercial Licence - Non Derived Works, as applied in the different countries where it is recognized (see site https://creativecommons.org/worldwide, which includes the licences for the different countries; if your country is not indicated, you have to refer to the British Licence).
Such licence includes the possibility of:
  • Reproducing, distributing, communicating to the public, displaying in public, representing, carrying out and acting out the work.
The licence is applied under the following conditions:
  • Attribution: anyone who utilizes the work must indicate its origin in the ways indicated by the author or the person who released the work under the licence;
  • Non Commercial: the work cannot be used for commercial purposes;
  • Non Derived: the work cannot be altered or transformed nor can it be utilized to create another.
Translation into other languages is allowed. We only ask you to send the translated copy to: storyap.archive@gmail.com
Thanks for the participation!


https://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/deed.en